L'Isola dei conigli è senza dubbio uno dei luoghi più belli al mondo, da visitare almeno una volta nella vita.

Assieme alla spiaggia adiacente dà origine alla famosa baia dei conigli, territorio naturale di incomparabile bellezza.

Non esiste classifica delle spiagge più belle al mondo in cui non sia presente.

Come ogni luogo prezioso deve essere difeso: dal 1995 è sotto la tutela di Legambiente che ne assicura la conservazione e vigila sul rispetto delle (fortunatamente) rigide regole da rispettare all'interno del territorio.

É vietata la navigazione di qualunque tipo nelle vicinanze e la balneazione è consentita solo con accesso dalla terra ferma. 

Si può sostare solo in determinate zone dell'isola e della spiaggia adiacente per non interferire con la fauna presente.

Proprio in questa zona depongono le uova le tartarughe Caretta Caretta.

Quando si va all'Isola dei conigli occorre ricordare che siamo ospiti della natura.

Cosa rende questo territorio così speciale?

La vegetazione tipicamente mediterranea, l'acqua cristallina dalle mille sfumature, la sabbia bianca e scenari marini tra i più suggestivi del mediterraneo.

Dove si trova

L'Isola dei conigli si trova a Lampedusa, l'isola siciliana più grande dell'arcipelago delle Pelagie.

É situata davanti alla costa sud-ovest e forma una baia con la spiaggia dei conigli.

Ecco la cartina dettagliata:

Isola dei Conigli Lampedusa
Foto @OpenStreetMap

Perchè si chiama così?

L'origine del nome non è chiara, esistono varie teorie a riguardo.

La prima (quella più accreditata) riguarda un certo ammiraglio Smith.
Nel 1824 per dare un nome all'isola da apporre alle sue carte nautiche la definì "rabit island". Rabit in lingua araba significa "collegamento/che si unisce".
Smith si riferiva quindi alla sottile striscia di sabbia che durante la bassa marea unisce la spiaggia dei conigli all'isola.
Un probabile errore di trascrizione completa l'opera: "rabit" diventò "rabbit", ossia coniglio in inglese.

La leggenda secondo cui un tempo fosse abitata da una nutrita colonia di conigli non trova grande fondamento.
Da dove arrivarono? Come sopravvivevano? Difficile pensarlo.

A ben guardare la cartina la forma dell'isola può ricordare quella di un coniglio, con le orecchie che quasi toccano Lampedusa, il muso rivolto ad ovest e il corpo in mare aperto.

Che sia davvero questa l'origine del nome?
Come spesso accade, forse la risposta ad una domanda è quella più ovvia e a portata di sguardo. 

Come arrivare

L'Isola di Lampedusa è ben servita soprattutto nel periodo estivo, con collegamenti giornalieri via aerea e via mare.

Per andare all'Isola dei conigli hai due opzioni:

In aereo

Le compagnie che offrono voli per l'aeroporto di Lampedusa sono 4: Alitalia, Volotea, Danish Air Transport e Air Serbia.

Durante tutto l'anno sono disponibili voli diretti dagli aeroporti di

  • Catania (1 volo nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì)
  • Palermo (3 voli giornalieri, 4 durante l'estate)

La durata del volo aereo è di circa 60 minuti.

Da marzo a settembre (stagione estiva) l'offerta diventa molto più ampia e sono disponibili voli diretti per Lampedusa anche da

  • Roma Fiumicino
  • Milano Malpensa
  • Bergamo Orio al Serio
  • Parma
  • Bologna
  • Pisa

Trova Volo in Offerta per Lampedusa

Via mare

Il traghetto che arriva a Lampedusa parte da Porto Empedocle, in provincia di Agrigento.

Il viaggio dura circa 8 ore, il costo è di 46,60 euro a persona per andata e ritorno.

La compagnia marittima che se ne occupa si chiama Siremar.

Qui trovi orari e le informazioni per prenotare

Si può anche optare per l'aliscafo con Ustica Lines, la partenza è sempre da Porto Empedocle e la durata è di 4 ore circa.
I prezzi andata e ritorno sono 130 euro per adulti e 67 euro per ragazzi/bambini.

Informazioni e prenotazioni a questo link

Una volta arrivati in aeroporto o al porto è possibile noleggiare un auto o uno scooter per arrivare in pochi minuti alla spiaggia dei conigli. 

Un altro modo per arrivare è prendere l'autobus che fa il giro dell'isola al costo di 1 euro.

L'Isola dei conigli dista circa 3 chilometri dal centro di lampedusa e si può raggiungere a piedi percorrendo la strada di Capo Ponente.
Le indicazioni non mancano, raggiungerla è molto facile.

Quando arrivate alla strada vi aspetta una scarpinata di circa 15 minuti in discesa per raggiungere la spiaggia dei conigli.

Il sentiero è in terra battuta e dopo pochi minuti ti si aprirà il meraviglioso scorcio della baia dei conigli.
Impossibile non rimenere estasiati davanti a tanta bellezza.

L'Isola dei conigli si raggiunge a nuoto in pochi minuti dalla spiaggia.

La profondità dell'acqua dipende dalle maree, ma non supera mai il metro e mezzo.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Spiagge da Sogno (@spiagge.da.sogno)

<script> Quando andare

La zona è frequentata soprattutto d'estate.

Data la bellezza del luogo e le temperature miti merita comunque una visita in qualsiasi periodo dell'anno.

Durante i mesi di luglio e agosto la zona può essere affollata, i mesi migliori per una vacanza sono aprile, maggio, settembre e ottobre.

Un aspetto da tenere in considerazione è quello del vento.
Trovandosi a sud di Lampedusa è meglio andare quando soffia il vento di maestrale (da nord-ovest).
Il mare sarà più limpido e calmo, con temperature gradevoli anche in estate.

Quando soffia lo scirocco (da sud-est) l'acqua del mare tende a diventare più torbida a causa delle correnti che agitano il fondale sabbioso.
Consigliamo quindi di dare sempre un'occhiata al meteo.

Hotel all'Isola dei Conigli

L'Isola dei conigli è disabitata, non ci sono strutture ricettive al suo interno.

Nelle immediate vicinanze della spiaggia puoi trovare sistemazioni di ogni tipo, da hotel di lusso ad appartamenti, stanze in affitto e bed &breakfast.

All'interno di Lampedusa è agevole muoversi e la zona si gira in pochi minuti.

Domande e risposte

D: Posso portare il cane all'Isola dei conigli?

R: La questione non è espressamente regolamentata, ci si affida al buon senso. Si può portare un cane di piccola taglia sulla spiaggia dei conigli, si raccomanda l'uso della museruola e di assicurarsi che non rechi disturbo alle altre persone. 
Sull'Isola dei conigli è fortemente sconsigliato portare il cane.

D: Ci sono servizi igienici? La spiaggia è attrezzata?

R: I bagni sono solo all'inizio della discesa per la spiaggia. All'arrivo non troverai nessun tipo di servizio o attrezzatura, la zona è meravigliosamente intatta e "naturale".

D: Ci sono parcheggi nelle vicinanze?

R: Si può parcheggiare sul lato della strada prima della discesa. I posti non sono molti, nel periodo estivo conviene arrivare la mattina presto.

D: Si possono affittare ombrelloni? Posso portare un lettino?

R: Il piccolo chiosco all'inizio del percorso affitta ombrelloni al costo di 10 euro a giornata. Ricorda che potrai utilizzarlo solo su una parte della spiaggia, opportunamente segnalata. 
Si può portare un lettino o sdraio.

D: Quali sono gli orari per andare in spiaggia?

R: La riserva è aperta al pubblico dalle 8.30 alle 19.30.

D: Si può mangiare in spiaggia?

R: Si può portare cibo e consumarlo sul posto, ovviamente occorre assicurarsi di non lasciare nessun tipo di spazzatura.

 

Fonti fotografiche: flickr.com/photos/95132384@N07/ flickr.com/photos/anthony980/ flickr.com/photos/metacinetics/ flickr.com/photos/sossego/ flickr.com/photos/andreapucci/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here